8 giugno, Luigi XVII : un anniversario dimenticato

“Come ti chiami? Luigi Carlo Capeto.Quanti anni hai? 8, sono cittadino della repubblica francese.Tuo padre si chiamava? Luigi Capeto.Di professione? Fu re, tiranno e...

Un ex maestro svela i segreti proibiti della massoneria

l francese Abad-Gollardo arrivo fino al 14° grado della massoneria, pero, dopo la sua conversione a Lourdes, mette in luce le connessioni luciferine della massoneria. Afferma che: “Non è possibile essere cristiano e massone”. Dopo aver lasciato le logge è stato perseguitato e ha perso il lavoro.

XXXII Convegno della Tradizione Cattolica, della “Fedelissima” Civitella del Tronto (Prenotazioni)

Presso la "Fedelissima" Civitella del Tronto si terrà il XXXII Convegno della Tradizione Cattolica. Tutti gli amici e coloro che si ispirano ai valori...

CIVITELLA DEL TRONTO: “NOI MORIAMO PER ESSERE UOMINI ANCORA”

"Altri combattono e muoiono per una conquista,una terra, un'idea di gloria, per un convincimento magari o un ideale, ma noi moriamo per una cosa...

Civitella antigiacobina

di Ascanio RuschiCivitella del Tronto (TE) - Monumento a Matteo Wade - Comandante della piazzaforte nel 1806Per ben due volte il fulmine giacobino si...

Civitella del Tronto 2022. Pino Tosca: uomo della Tradizione

di Alberto De MarchiÈ doveroso il ricordo di un fulgido esempio quale fu Pino Tosca all’interno di un convegno esplicitamente dedicato alla Tradizione Cattolica...

NEL CIELO DEI PADRI: L’EROICA DIFESA DELLA “FEDELISSIMA” CIVITELLA DEL TRONTO

di GIROLAMO TAGLIAPIETRATratto da ControrivoluzioneLa tiepida brezza del vespro entrava dalla quadra finestrella della cella, dolce, portando con sé lievi profumi della incipiente primavera...

Cronaca del XXXV Convegno di Civitella – con Galleria foto

Siamo così al XXXV Convegno della Tradizione cattolica della "Fedelissima" Civitella del Tronto sul tema: " Pensatori e letterati della "Controrivoluzione" che si è svolto presso la...

José Borjes, eroe generoso e tradito dell’Antirisorgimento – di...

A proposito della storia del Risorgimento italiano troppo si è equivocato sul cosiddetto “Brigantaggio”, identificando i briganti comuni (giustamente combattuti sia dai Borboni, prima, che dai Savoia, dopo) con i combattenti lealisti, un’operazione che è servita a dare una sorta di legittimità alla Conquista del Sud perché, si sa, per la storia ufficiale, quella scritta dai vincitori, quella stessa impostaci fin da ragazzi dai libri di testo faziosi e manichei, è peccato mortale parlar male del Risorgimento e di Garibaldi, il biondo eroe dagli occhi celesti, che non esitò nei “Due Mondi” a fomentare torbidi e ad alimentare il fuoco della sedizione e della rivolta canagliesca; quello stesso eroe che – scriveva il mio sussidiario delle elementari – pianse una notte intera per avere, inavvertitamente, strappato una zampetta a un grillo ma che – sembra – non esitasse, nella pineta di Ravenna, ad aiutare la concubina Anita a “dolcemente morire”.

UN MESSAGGIO DELL’ONOREVOLE FABRIZIO DI STEFANO SUL CONVEGNO DELLA TRADIZIONE CATTOLICA...

Siamo giunti alla XXXII edizione dell'Incontro della Tradizione della "Fedelissima" Civitella del Tronto. Non finirò e non finiremo mai di ringraziare l'amico Pucci che...
Soldati del Re