Hermann Göring, luogotenente di Hitler, quando a Norimberga gli chiesero come riuscirono a convincere il popolo tedesco ad accettare tutto quello che accadde rispose: È stato facile, non ha nulla a che fare con il Nazismo, ha a che fare con la natura umana, socialista, comunista e anche in una democrazia. Lo puoi fare con un regima nazista. L’unica cosa che si deve fare per rendere schiave le persone è impaurirle. Se riuscite ad impaurire. Se riuscite ad immaginare un modo per impaurire le persone, potete far fare loro tutto quello che volete”

Leggo questa dichiarazione a Sofia, piacente signora albanese, una “vecchia” amica, da tanto tempo in Italia, la cui famiglia è stata “decimata” durante il regime comunista, e i suoi occhi le si riempiono di lacrime e mi racconta della Siguremi , degli arresti nottetempo, delle torture al “posto di polizia”, delle secchiate di acqua gelata sui poveri corpi denudati durante l’inverno, della “gogna”, delle condanne ai Gulag…ma quello che più turba Sofia, nel suo racconto, è il ricordo delle “spie” : “Non sapevi più a chi credere, non sapevi chi frequentare, i miei genitori, – mi dice –  quando arrivavano le feste religiose (non c’era la possibilità di assistere alla Messa naturalmente, noi eravamo cattolici) di nascosto, mettevamo qualcosa di più tavola, un po’ di carne, un dolce, e allora papà si raccomandava sempre di non dirlo a nessuno…altrimenti le “spie”, che si trovavano ovunque, specie tra i vicini di casa, avrebbero informato la  Siguremi (polizia segreta) che violava abitualmente la riservatezza delle persone , delle abitazioni, delle comunicazioni e che irrompeva all’improvviso nelle case.”

Insomma – ma molti fanno finta di non vedere, di non capire – in Italia siamo ormai, quasi inavvertitamente, caduti sotto le grinfie di una “Dittatura sanitaria” che non ha nulla da invidiare alle peggiori dittature comuniste e dei Paese Sudamericani. E mi spiego.

Di fronte a un virus sconosciuto, non si sa se immesso in circolazione dalla Cina comunista, di cui non si conosceva, in un primo tempo, la provenienza, per paura che venissero considerati “untori” i clandestini, i governanti rossi decisero che il Coronavirus non esisteva ed era solo frutto delle menti malate di “fascioleghisti”, come li definì l’ineffabile governatore della Toscana Rossi/o, a cui fecero eco il Sindaco di Milano Sala e il Segretario del PD Zingaretti etc. che andavano a prendere l’aperitivo sul Naviglio con lo slogan: “Abbraccia un cinese” …a destra si volevano bloccare le frontiere e i voli provenienti dalla Cina e, a sinistra, si rispondeva che era una follia, frutto di cervelli razzisti che “avevano paura del diverso”.

Poi eccoti il Coronavirus nella sua forma più aggressiva che, naturalmente, come ogni epidemia, prendeva e prende le persone più “a rischio” ,  gli anziani, specie quelli con patologie pregresse, come, ad esempio, il diabete…a tutto questo si aggiungeva il fatto che ancora, non conoscendo il virus, non si riusciva a curare le persone, come invece, è stato fatto in seguito…preferendo però ignorare il parere di illustri clinici, che pur negando la portata del virus, proponevano un approccio meno “terroristico”, come, ad esempio, il professor Tarro che, a Napoli, nel 1973 aveva debellato l’epidemia del colera

Il resto è cronaca. ll nostro Governo abusivo (che da ora in poi definirò “Governo nazicomunista”), formato da un’accozzaglia di persone attaccate col vinavil al seggiolone, pur di mantenere il potere, pur di non mandare la gente a votare, per mantenere l’imperio, ha applicato alla lettera l’insegnamento di Herman Göring e, dopo essersi impossessato delle TV (in prima linea quelle Mediaset di Berlusconi, uomo proveniente dalla Loggia P2 e legato alla UE e al Nuovo Ordine Mondiale) ha deciso – con un vero e proprio “golpe”- di instaurare una “Dittatura sanitaria” con la paura e il terrore, formando, come è avvenuto in tutte le rivoluzioni comuniste, a cominciare dalla Rivoluzione francese, un Comitato di Salute Pubblica, affidando le decisioni a un gruppo di virologi (c’è uno, addirittura, più che un virologo è specializzato in “zanzarologia”), nostalgici del Sessantotto, che ormai, da quasi un anno, tutti i giorni, da mane a sera, ci hanno letteralmente asfissiato con le loro fanfaronate, cambiando tesi ad ogni piè sospinto e trattando la popolazione come un gregge di pecore…insomma a marzo questi virologi (molti si domandano dove abbiano trovato il tempo di “operare” nei reparti dopo le comparsate giornaliere) ed esperti vari, oltre quattrocento, e tutti profumatamente pagati , decisero – in combutta con i membri del governo nazicomunista presieduto dal manichino Giuseppe Conte, l’uomo di Valturara Appula che ha piazzato., al Ministero della Salute, lo stalinista Roberto Speranza, una figura lugubre che ricorda i Gulag e le “Purghe Staliniane” – di mettere 60 milioni di italiani agli arresti domiciliari iniziando una invereconda “caccia all’uomo” con droni e “pattuglie armate” di terra, di mare e di cielo…per “scovare” e multare con tre o quattrocento euro il poveraccio che, solo, si era goduto un po’ di sole sulla spiaggia, o il barista che aveva offerto il caffè a un poveraccio.

Ma i trinariciuti mascherati, il popolo rosso, venuto su dalle cellule del PCI e abituato all’obbedienza “pronta – cieca – assoluta” , in combutta con i frustrati …che sognano un cappello con l’uccellaccio per poter essere qualcuno e fare la spia (sono i “cazzerrellini tutto pepe e sale” che ti fanno osservazione se non porti la mascherina fino sotto gli occhi, o che informano i vigili urbani se in casa tua arriva qualcuno in più), pensando che la loro categoria di “protetti” in quanto pensionati duri ancora a lungo, si sono affiancati ai golpisti governativi, rendendo la vita della gente normale ancor peggiore, se possibile, di quella che gli italiani (e non solo gli italiani) stanno vivendo  . Chiusi negozi, fatto delle città un deserto, chiuse le attività professionali….quasi tutti, almeno in un primo tempo, sostenevano questa decisione draconiana che nessuno – ad eccezione della Cina e della Corea del Nord – ha applicato in maniero così demenziale..e anzi la domenica ci deliziavano cantando, dai balconi, l’inno nazionale e, naturalmente, “Bella ciao”…issando bandiere e cartelli con i colori dell’arcobaleno gay (mai di moda come in questi tempi!) in cui si leggeva “Andrà tutto bene” “Ce la faremo” etc. etc…. dopo mesi di arresti domiciliari, dopo che questo Governo di cialtroni ha preso in mano gli organi di informazione, bombardandoci ventiquattr’ore su ventiquattro con notiziari che ti ficcavano e tuttavia ti ficcano in testa scenari di morte, mentre trionfa il leccaculismo dell’italico giornalismo, per cui tutti a carezzare il pelo del “padrone”…in ogni notiziario e in ogni trasmissione di intrattenimento. E fosse il male di stare a sentire Travaglio, l’Annunziata, Peter Gomez, Mentana e pochi altri che, potrai anche non condividere, ma almeno sanno fare giornalismo…no, ti tocca a sorbirti anche il sottoprodotto, i vari Parenzo, MarcoTarquinio, Severgnini, la Littizzetto e perfino Scanzi…che cercano di indottrinarti sul modo di portare la mascherina o di convincerti a scaricare sul cellulare l’APPinfami che permette di schedarti e di tracciarti….e di accedere ai tuoi dati clinici etc

Insomma, si sta formando – con l’aiuto della “pandemia” – una società orwelliana che comprende anche lo “psicoreato”…una società in cui, appunto, si richiede il “distanziamento sociale” e, soprattutto, la distruzione della famiglia (gli anziani che non possono stare con i figli e con i nipoti), i bambini reclusi (a differenza dei cani che possono essere portati fuori)., la scuola “a distanza”, che toglie ogni contatto umano tra docente e discente

I vecchi tromboni sessantottardi “esperti” in …virologia (che si fanno chiamare “scienziati”…scienziati di questo c.…o) arringano i telespettatori e paragonano, delinquenzialmente e terroristicamente, questa epidemia alla Spagnola del 1918 che fece dai cinquanta ai cento milioni di morti….

Ogni giorno ti fanno il conto macabro dei defunti : 480 morti di Covid…omettendo di dire che tra questi defunti ci sono anche quelli morti per altre patologie e risultati poi anche positivi al virus cinese…omettendo di segnalare anche il numero degli altri morti 700 per tumore e 900 per malattie cardiache, ma che vengono tralasciati perché il pronto soccorso è intasato da malati immaginari che richiedono il tampone o si allarmano per tre linee di febbre, correndo a farsi tranquillizzare dai poveri medici ospedalieri…si omette di dire che di fronte ai 37.000 morti per Covid da gennaio a novembre, ve ne sono 41.000 deceduti per infezione contratta negli ospedali…si omette di dire anche che l’asiatica, negli anni Cinquanta, fece, senza che si suonasse la grancassa, decine di migliaia di vittime tra i giovani e giovanissimi (ora sembra siano colpiti solo gli anziani) e milioni di infetti (positivi)…si omette di dire che ora solo pochi tra i positivi sono contagiosi e che, molti, asintomatici, prendono la malattia senza neanche accorgersene.

Omettono di dire anche che, nella prima fase della pandemia, i malati venivano messi nel “ghetto degli intoccabili”, senza poter avere contatti con i familiari e quello più scandaloso senza poter avere il conforto dei Sacramenti da un sacerdote, il “Viatico” per la vita eterna…e questo con il placet della Chiesa bergogliana che si è fatta imporre anche lo stop alle celebrazioni liturgiche, per cui si è visto il “Papa”, fuggire di fronte alla gente…esperto in profilassi più che in spiritualità, che ha privato i fedeli anche della celebrazione pasquale….annunziando ora, nella seconda fase, che sarà bene rinunciare anche alle funzioni del S. Natale.

Al Papa della Teologia comunista della Liberazione – solennemente e inesorabilmente condannata da San Giovanni Paolo II da Benedetto XVI – al Papa che parla di se stesso, dimenticando Cristo, al Papa che, invece di difendere la famiglia naturale sdogana le unioni pederastiche, va bene questo andazzo, ovvero il Nuovo Ordina Mondiale che si sta delineando in questa società paganizzata e indemoniata che ha rinnegato Cristo…e che, non avendo “ideali più alti”, ha solo paura di…ammalarsi…

Un Governo nazicomunista, il nostro, che ha rovinato l’economia e, dopo aver illuso gli imprenditori con la promessa di sussidi – non pervenuti o comunque non sufficienti neanche per cominciare – dopo una breve “ripresa”…impone una nuova incredibile “chiusura” per cui, in molti negozi, sul cartello “andrà tutto bene” ne è stato messo un secondo : “affittasi”…ora la gente non canta più dai balconi e non innalza simboli gay – arcobaleno ma scende in piazza contro la dittatura sanitaria, contro questo Governo infame. O almeno ci prova…perché il Governo della menzogna manda la “Stasi” a soffocare le rivolte.

Rimangono a sostenere l’uomo di Volturara Appula e il suo governo nazicomunista, non solo i media di regime (praticamente tutti) ma il clero cattocomunista e il suo Capo…che, mentre la gente è alla disperazione, ha dato il suo placet all’approvazione di una legge liberticida e infame che renderà obbligatoria l”educazione gender nelle scuole e punirà i cosiddetti “omofobi” con la reclusione fino a dodici anni…per cui se qualcuno di noi oserà scrivere che un bambino ha diritto a un papà e a una mamma incorrerà in un reato gravissimo che prevede la reclusione…e lo stesso sarà per il  sacerdote (ce ne sarà pure qualcuno che ancora crede in Dio e non ha apostatato!) che, ad esempio, osasse leggere in Chiesa la pagina biblica in cui Nostro Signore distrugge e incenerisce le città di Sodoma e Gomorra dove si praticava il peccato  contro natura di sodomia, quello che grida vendetta al cospetto di Dio.

Per finire l’opposizione che non mi sembra si sia fatta sentire…anche FdI e la Lega (per la quale io ho entusiasticamente votato) sembra non avvertano la gravità di questa dittatura sanitaria che si va consolidando…

Ma c’è una chicca finale: il Governatore della Liguria Toti (Tito?), quello il cui partito ha preso lo 0,0001 dei voti – praticamente il suo e quello di qualche familiare, tra cui l’anziano genitore – ha scritto un tweet in cui afferma: “Gli anziani non indispensabili allo sviluppo produttivo del Paese…ma vanno “protetti””…. poi la toppa, le scuse, peggiore del buco in cui afferma che gli over settanta vanno “protetti” nel senso di rinchiuderli in casa, ghettizzarli, o farli uscire a “determinate ore della giornata” perché non vengano a contatto con gli altri….

Giulebbe per le sinistre, che hanno fatto finta di scandalizzarsi, ma che sono pronte a far passare l’eutanasia per i malati terminali, per gli anziani che sono dei pesi per i conti dello Stato (Padoan e Fornero)…insomma la gente trattata per categoria, come faceva Hitler nella Germania Nazista…Siamo all’eugenetica…abbracciata non solo dalle sinistre, dai berlusconiani, da Tito Toti e  da una serie di “cazzerellini tutto pepe e sale” che ovunque pullulano sognando l'”uomo nuovo” (il mostro di ogni rivoluzione)..gente che, se non avesse i nonni e i genitori, non saprebbe come arrivare a sera…ed io, over Settanta, dopo quarant’anni di insegnamento e cinquanta di giornalismo, la mattina, prima di uscire di casa, dovrei avere il permesso di Tito Toti, del “Capocondominio” , del segretario della cellula del PD o dei Cinque Stalle o di altri cazzerellini? 

Intanto il vecchio Trombone, uscito dai rigurgiti delle fogne sessantottarde, quel Galli (cedrone),  si permette di “invitare” (categoricamente) le persone a non visitare i cimiteri …”tanto basta avere il ricordo dei morti nel cuore” ha miagolato il cialtroncello…e intanto con i suoi tic, ci prospetta di già un improbabile Natale, senza cerimonie religiose, senza tavolate di parenti…insomma il programma di una società comunista…mentre l’opposizione tace e Berlusconi e Giorgetti salutano l’elezione dell’amico imbroglione Biden…che, almeno per il momento, è Presidente degli USA come io son Presidente del Nicaragua.

Di fronte a questo fenomeno mondiale (tutti i burattini in commedia sanno chi manovra i fili…tutti sanno chi sono i burattinai)

Ma voi, uomini della Tradizione, cosa proponete, come vedete questa situazione? Qualcuno se lo potrà pur chiedere, no?

Rispondo riportando un brano del romanzo satirico epistolare: “Le lettere di Berlicche”, un romanzo davvero di pura teologia, dello scrittore inglese Clive Staples Lewis pubblicato a Londra nel 1942 in cui il diavolo anziano Berlicche istruisce il nipote Malacoda, giovane diavolo apprendista, sul da farsi per portare tante anime all’inferno:

Domanda:“Come hai fatto a portare così tante anime all’inferno in quel momento?”.

Risposta: “Con la paura; strategia eccellente, vecchia ma sempre attuale”.

“Ma di cosa avevano paura? Di essere torturati? Delle guerre? Di morire di fame?”

No, risponde il diavolo: “Era la paura di ammalarsi. Poi, infatti, si sono ammalati e sono morti”. 

“E non c’era una cura per quelle malattie?”  “Sì che c’era”. 

Allora non capisco, si arrende l’Autore. “Visto che nessuno gli ha insegnato che la vita e la morte fossero eterne – risponde il diavolo – loro pensavano di avere una sola vita, e cercavano di conservarla anche a costo di perdere tutti i sentimenti più preziosi ” E così “Non si abbracciavano, non si saltavano, non hanno avuto contatti umani per giorni. Hanno finito i loro soldi (hanno perso il lavoro, hanno finito i risparmi), ma si sentivano fortunati, malgrado tutto”, avendo perso “anche la loro intelligenza: una volta la stampa diceva una cosa, e il giorno dopo diceva la cosa opposta, ma loro hanno creduto a tutto.” Ride il diavolo al pensiero della fine della loro libertà:“Non uscivano di casa non andavano a trovare i loro parenti” Il mondo era diventato: “un campo di concentramento, con prigionieri volontari. Hanno accettato di tutto pur di prolungare la loro patetica vita solo per un giorno”, senza sapere che sarebbe stato perfettamente inutile (e quindi la loro rovina) se non a creare la loro schiavitù e quindi la loro rovina) –  Cfr: Clive Staples Lewis: “Le Lettere di Berlicche” Londra 1942 –

Lewis, uno scrittore davvero profetico, che preconizzò settantasette anni fa la nuova società prevista anche da George Orwel….Ora, qui in Italia, ci hanno nuovamente rinchiuso…ma “cum grano salis” permettendoci qualche piccolissima libertà…ma vedrete che ci richiuderanno nuovamente, guardati a vista dall’esercito e dalla polizia, che invece di dar la caccia ai delinquenti punta il mitra contro le persone perbene…ci rinchiuderanno, colpevolizzandoci, come accadeva nei processi staliniani fino all’ Immacolata (8 dicembre)….poi molleranno fino alle Feste del Natale, per rinchiuderci subito dopo : “Non siete stati alle regole” ci diranno..”dovremo rinchiudervi nuovamente”…

E mentre i nazicomunisti faranno i loro comodi e prenderanno in mano quelle che – tra breve – saranno soltanto le ultime macerie del nostro Paese – ci saranno i Quisling, ma soprattutto i cretini, che ti diranno: “Lo fanno per il nostro bene”

PUCCI CIPRIANI

Photo Title Buy
La memoria negata. Appunti per una storia della tradizione cattolica in Italia Vai ad Amazon
1968 (Collana Storica Vol. 11) Vai ad Amazon
Dal natìo borgo selvaggio. Quando ancora c'era la fede e si pregava in latino Vai ad Amazon