Di Pucci Cipriani

Il supponente Burioni, virologo del San Raffaele e (udite!)  Presidente del corso di laurea in igiene dentale già frequentato da Nicole Minetti, nel gennaio del 2020 ci rassicura che “il virus non arriverà in Italia”, il mese dopo, lo stesso “vate delle sinistre”, nel febbraio del 2020, ribadiva che “le mascherine sono inutili (e che) in questo momento il rischio di contrarre il coronavirus è zero. Ci si può preoccupare dei fulmini, delle alluvioni, non di questo virus”.

L’ex deputata del partito di Mario Monti Ilaria Capua, –  “cattedratica”, veterinaria, ospite fissa dalla TV di regime a quelle Mediaset, “esiliata” in Florida, dal suo scranno universitario, sempre nel febbraio del 2020, – ci confortava affermando che: “I coronavirus comportano forme respiratorie lievi (…) non abbiamo motivo di essere preoccupati” 

Poi Galli Massimo, –  detto Katanga, per l’appartenenza al gruppo  sessantottino  guidato da Mario Capanna (insomma, come si suol dire, un rigurgito delle fogne sessantottarde ) – tuttologo saccente e arrogante che troviamo ogni giorno, da circa un anno, molte volte a reti unificate, sulle TV governative, su quelle Mediaset…e su tutte le altre…anche in contemporanea (sembra che, come padre Pio, goda anche lui del dono dell’ubiquità) – nel 2020 pontificava “urbi et orbi“, come la sua degna collega Capua, di stare tranquilli tanto: “la malattia da noi difficilmente potrà diffondersi”; gli fa eco il montiano Gualtiero Ricciardi, ex attore della Compagnia di Merola, quindi candidato (credo trombato!) Montiano, poi assurto a Consigliere (decorato con la “Stella Rossa”?) dell’ultracomunista Speranza e, attualmente, uno dei ras del Regime sanitario che, con sicumera proclamava: “In Italia nessun allarme specifico”

(Per le dichiarazioni, che ho riportato virgolettate, dei personaggi citati cfr. : Maurizio Belpietro – F. Borgonovo – C. Conti – A. Rossitto in “Epidemia di balle” E. La Verità – Panorama Euro 7, 90 in vendita in tutte le edicole)

Ricordo che, all’inizio dell’epidemia, in una trasmissione condotta da Nicola Porro il povero Maurizio Belpietro venne “aggredito” , seppur verbalmente, dai “negazionisti”  rappresentanti della Comunità cinese e legati al PD, presenti in studio, in quanto asseriva che, in effetti, il covid fosse un pericolo vero e proveniente dalla Cina….Si vergognasse il reazionario Direttore de “La Verità”, infatti mentre lui stava a criminalizzare i cinesi per un “virus inesistente”, i “veri democratici” come il Sindaco Sala e il Caporione comunista Zingarelli erano andati a brindare, insieme alla comunità cinese, in segno di solidarietà, nella Chinatown milanese del Quartiere 1.

Tutti, insomma, ricordano gli inizi del Covid 19: un’invenzione delle destre razziste che, però, dotate di buon senso – parlo dei militanti più che dei dirigenti – pur riconoscendone l’esistenza, davano al medesimo la giusta importanza, ricordando come un grande virologo, il professor Tarro (odiatissimo dalle comparse televisive in camice bianco che, profumatamente pagate, ogni giorno, fanno terrorismo in diretta TV) , pur con pochi mezzi, riuscì a battere negli anni Settanta, a Napoli, quella che poteva essere ” un’ondata colerica sterminatrice”. 

Poi la situazione cambiò: in effetti il Covid 19 esisteva ed esiste tuttavia, eccome, nato in un laboratorio Wuhan in Cina ed “esportato” in tutto il mondo.

E allora i “negazionisti” diverranno gli ardenti giacobini di oggi, da pompieri si trasformarono in incendiari al servizio di un governo di sinistra,  un’accozzaglia di partiti che fino a poco prima si erano combattuti -gli un contro gli altri armati – finché non trovarono un “accordo” in nome della poltrona, in quanto, se fossimo andati a votare avrebbero vinto “alla grande” le destre e, in particolare l’odiato Salvini…e le destre – come  in una conferenza dalla Gruber ebbe a dichiarare solennemente Carlo De Benedetti – “non andranno mai al governo….e se anche ci andassero il loro potere non durerebbe più di una mattinata.”

La gente comincia a morire e la Lombardia (quella che ai tempi di Formigoni aveva la Sanità più organizzata e più umana, tanto che gli anziani si preferiva farli curare a casa che non  rinchiuderli in squallide RSA, per non spezzare quel pur tenue legame familiare che formava il tessuto connettivo della famiglia) tiene il primato delle vittime da coronavirus, mentre il duo Attilio Fontana (Presidenti) e Giulio Gallera (Assessore alla Sanità), quelli che avevano distribuito preservativi davanti alle scuole e che auspicavano anche la liberalizzazione, se non la distribuzione gratuita, della cannabis…insomma libera droga in libera Regione.

Poi una vera e propria moria affrontata – non solo in Lombardia ma in tutta la Penisola negli ospedali e, in primis, negli ospizi degli anziani – nel modo più barbaro e disumano: non conoscendo ancora metodi di cura la gente veniva prelevata messa nelle corsie degli ospedali e intubata sì che morisse tra atroci dolori lontana – per legge iniqua – dai familiari senza la possibilità di avere neanche – e qui vi sono anche le gravissime responsabilità della Chiesa, e dei vescovi (conigli) che ha assistito passivamente all’ecatombe, senza rivendicare i propri diritti…non solo ma i defunti non venivano resi alle famiglie ma cremati, onde evitare di poter fare le autopsie e rilevare così le clamorose bufale di questi virologi del ca…ppero….

Non c’era più posto nei cimiteri di Bergamo? Menzogne da quattro soldi: fu tutta una messa in scena macabra quella dei camion dell’esercito che lasciavano, nottetempo, la città carichi di bare e cadaveri…tutta una messa in scena la foto della camera ardente con centinaia di bare (presa dall’immagine delle vittime di uno dei tanti naufragi nel golfo di Sicilia. 

I morti di coronavirus venivano (e vengono tuttavia) sommati a quelli morti con il coronavirus…morti per incidenti della strada e trovati positivi venivano (e vengono) catalogati come morti per Covid 19.

L’Armata Brancaleone governativa (formata da grillini piddini) guidata da Giuseppi Conte, rubato alla sua Volturara Appula, e messo lì a presiedere un governo prima con Salvini poi, con Zingaretti e di Maio, si accorse che sospendendo ogni diritto costituzionale ed effettuando un “golpe” sanitario – militare, si poteva dar luogo a un coprifuoco perenne e alla messa agli “arresti domiciliari” di oltre sessanta milioni di persone infliggendo, oltretutto, ai “renitenti” pene davvero draconiane, sono mobilitati Carabinieri, Polizia, Vigili Urbani, Guardia di Finanza, elicotteri, droni, mezzi da sbarco…insomma tutte le Forze Armate di terra, di mare e di cielo, alla ricerca del povero cristo che era uscito di casa per una passeggiata o dell’altro, solo sulla spiaggia, a prendere un po’ di sole, che vanno castigati affinché servano da esempio.

Il Ministro dell’estrema sinistra Speranza, evidentemente nostalgico delle “Purghe staliniane”, si circonda da un soviet di “virologi” ( o presunti tali) che ormai da un anno imperversano – poi un giorno dovremmo sapere la cifra dei loro compensi e la giustificazione delle assenze dal lavoro – nelle TV…da oltre un anno, da mattina a sera, siamo bombardati dai dati in crescita o in lieve diminuzione – tirati come la trippa a secondo della bisogna-, da annunzi di altre “ondate” spaventose di contagio e di altri flagelli sanguignoleschi…come ai bambini ci dicono che se ci comporteremo bene (distanziamento, soprattutto, e uso dell’inutile e dannosissima mascherina) forse ci apriranno per Natale…poi una piccola apertura di due o tre giorni…e sapete chi sono i colpevoli del contagio? I giovani che sono usciti fuori a fare acquisti come era stato detto loro….e il Katanga, – nostalgico del 68, quando a chi non la pensava come loro aprivano il cranio con la chiave inglese,- che sbraita nel suo demenziale scientismo che bisognerà cambiare abitudini…non andare a trovare i morti al cimitero il 2 novembre perché non son più i tempi…e basta con l’andare a trovare “i vecchi” per Natale…tutti chiusi da oltre un anno…senza Messa di Mezzanotte per Natale e senza le cerimonie della nostra Pasqua che, naturalmente, non è in Cristo la Redenzione ma nel vaccino (sic)….. anzi Bergoglio stesso si è impegnato nella profilassi a sostegno del governo rosso.

Solo se ci “comporteremo bene”, allora, forse si potrà…

Voi capite bene che quando i diritti divengono concessioni siamo alla dittatura…anzi, a onor del vero, lo stesso Hitler non osò mai limitare le funzioni religiose o fare irruzione nelle chiese, dove con gesto sacrilego, vengono allontanati ministri e fedeli dalla “Stasi”….

Tutto questo per rimandare le elezioni e continuare per altri tre anni a tenere il popolo sotto il tallone con la paura? Forse tutti non conoscano le parole del dottor Goebbels: “Si può essere in una democrazia o in una dittatura, in una monarchia o in una repubblica…ma con la paura si riesce a fare tutto ciò che si vuole…”

Gli faceva eco il grande Fëdor Dostoevskij : “Hanno pianto un po’ poi si sono abituati. A tutto si abitua quel vigliacco che è l’uomo”

Negozi chiusi e gente costretta a chiudere o a rivolgersi agli “strozzini” per avere un prestito, “ristori” governativi che non servono neanche per pagare le bollette, gente allo sbando, sono iniziati i suicidi, nessuno che prenda, in questo periodo un’iniziativa, decuplicati i consumi di psicofarmaci e le visite dagli psichiatri, oltre due milioni persone che, letteralmente, non hanno i soldi per mangiare, gente costretta a star chiusa in casa…e la casa non ce l’ha…gliel’hanno presa, gliel’hanno pignorata….

E che dire della scuola a distanza?  Una vergogna senza pari! 

Non solo dunque la prigionia e la distruzione della società per mantenere la poltrona e il potere ma per formare una società anarchica,, un grande Reset, legato alla grande finanza (leggere 1984 di George Orwell), in cui sarà abolita la “borghesia” e in cui verranno fatte fallire le “piccole imprese” in favore delle grandi multinazionali, gente che pensi poco e si faccia i fatti propri, niente capannelli, niente riunioni di partito di sindacato o ecclesiali, ma “lavoro a distanza”, a cominciare dalla scuola, immigrazione o invasione di massa per far lavorare gli “immigrati” a prezzi irrisori in modo di abbassare il salario anche degli “indigeni”…eliminare le persone ormai malate e vecchie (economicamente improduttive) con politiche eutanasiche…limitare le nascite con l’uso di contraccezione di massa e dell’aborto.

Del resto, che tutto era programmato (compresa l’ammucchiata generale a cui ha partecipato anche la Lega) è dimostrato dal fatto che il giornalista investigativo Francesco Amodeo scriveva in data non sospetta (ovvero il 31 agosto 2020): “Il Governo Conte cadrà entro fine anno: A farlo cadere sarà Matteo Renzi. È stato deciso dal Bildelberg nel 2019 dove gli hanno chiesto di rendersi garante dell’accordo PD 5 Stelle. Di fondare oi un proprio partito e di uscire dal PD in modo da diventare ago della bilancia in attesa del prossimo segnale. Segnale che arriverà se troveranno un’intesa su un nome tipo Draghi, sostenuto anche da Forza Italia e dalla parte anti-salviniana della Lega. Se ciò non dovesse accadere v, allora si dovrà accelerare su misure come il MES, il Recovery Fund …in modo che un ipotetico governo di centrodestra venuto fuori dalle urne non potrà realizzare nulla di quanto promesso in quanto il paese si troverà a tutta velocità su binari prestabiliti con vincoli inviolabili ed eterodiretto dall’esterno.”…. Più chiari di così…   

Ora in tutti i regimi dittatoriali, dunque, gli oppositori vanno eliminati, ma vanno eliminati specialmente quelli che rappresentano un ostacolo a una “società” globalizzata e dinamica” e, soprattutto vanno eliminati coloro che sono “improduttivi”, ad esempio i disabili e i vecchi, specie in questo momento in quanto essi rappresentano le categorie più colpite dal contagio e quindi più costose per lo stato.  Non vi sembrino considerazioni “semicomplottiste” ma il Governatore della Liguria Toti, un ex “procio” (sia detto con affetto) di Berlusconi, appartenente alla “falsa destra” massonica il 19 ottobre 2020 ha dichiarato senza vergogna: “Per quanto ci addolori ogni pur singola vittima del Covid 19, dobbiamo tener conto di questo dato: solo ieri tra i venticinque decessi della Liguria, 22 erano pazienti molto anziani. Persone per lo più in pensione, non indispensabili allo sforzo produttivo del Paese che vanno però tutelate”.

Lo stesso, più o meno, afferma il virologo Bassetti che nella mandria di terroristi televisivi era senz’altro il più sobrio…insomma un girondino, ma con l’exploit finale del giacobino.

Eccola la società orwelliana: le persone anziane chiuse in casa (si è mai domandato Toti quali case abbiano molti anziani?) …giornalisti e scienziati ultrasessantenni o ultrasettantenni, docenti universitari chiusi in casa e fatti uscire in determinate ore, come i cani per la passeggiata, lontani dalla gente e anche dalla vista di altri. Certo dichiarazioni da persone senz’anima, da amebe…magari però fossero soltanto loro.

L’eliminazione graduale dell’anziano dalla vita politica (la maggioranza degli anziani, oltre tutto, vota a destra) è auspicata non solo dalla cricca massonico-europeista ma anche da diversi “cazzerellini tutto pepe e sale” (Carducci) della “falsa” destra, rifrittura d’ateo. Ma tutto è programmato:

Uno studio dell’INSPI (Istituto Nazionale Studi Politici) su “Isolamento degli anziani e mortalità” premette che a morire per Covid 19 sono, nella maggior parte, anziani, quindi un isolamento selettivo delle persone anziane (ultrasessantenni, ultrasettantenni, ultraottantenni?) “allevierebbe molto la pressione sul sistema sanitario nazionale (ma)l’isolamento selettivo potrebbe aiutare a contenere gli effetti più gravi della pandemia (…infatti) si pone un problema logistico come isolare? Molte persone anziane vivono insieme a persone più giovani e più della metà di loro vive entro un km di distanza” quindi notano i nipotini del dottor Mengele  Mengele non è da scartare l’uso di un isolamento selettivo: “(ma) risulta decisamente preferibile un isolamento diffuso” (ovvero l’isolamento nelle proprie abitazioni) ” (ma) è a nostro parere sbagliato ritenere che quello dell’isolamento selettivo sia un’appriorizione da scartare”.

Insomma, per il momento l’anziano chiuso in casa e fatto uscire in determinate ore (isolamento diffuso) in attesa di poter un isolamento concentrato, in altre parole concentrazionario (i confortevoli campi di concentramento) come del resto ci sono in Cina e in Corea.

Quindi, amici miei, come vedete nei momenti di crisi o con la scusa della Pandemia riemergono nell’animo dell’uomo i sentimenti più bassi che hanno cosparso di lacrime e sangue la storia: per le persone anziane non produttive l’isolamento selettivo, ovvero il campo di concentramento; per i disabili e i malati gravi – anche loro sono un peso per lo Stato e alimentano le spese e il contagio – eutanasia!

Del resto, la segregazione per gli anziani over 65 l’ha richiesta anche la Presidente del Parlamento Europeo Ursola von der Leyen e il grande psichiatra professor Crepet così commenta:

…è follia nazista. Del resto non mi meraviglia che questa idea provenga da una rappresentante di un Paese che ha alle spalle tanti milioni di morti è in linea con quel modo di pensare (…) se passa (l’idea della segregazione degli anziani n.p.c.) Mattarella dovrà respingerla  perché contraria alla Costituzione oltre che alla ragione(…)l’Occidente , e in particolare l’Europa dalla quale la signora proviene, non fa più figli e per altro verso grazie alle cure e alla ricerca scientifica , l’età media si è quasi alzata fino a 90 anni . E costei invece di andare verso chi è anziano ne propone la reclusione forzata. Un motivo misterioso ma di logica nazista. Esiste il rischio della depressione che alla fine sarebbe più dannoso (…)Ripeto, roba da nazisti. Follia”

Cfr. “Lo psichiatra Crepet: la reclusione forzata degli anziani è da logica nazista” in “La fede quotidiana” del 15 aprile 2020-

Non possiamo che condividere il giudizio di Crepet ma, non lo neghiamo, avremmo voluto sentir dire qualcosa anche dalla bocca di Papa Francesco, una condanna di questo crimine, piuttosto che l’elogio, all’Angelus, della pasta e fagioli.

Forse una ventina di anni fa Vittorio Messori avrebbe scritto qualcosa ma, oggi, pover’uomo, no, infatti ha dichiarato che lui si sarebbe sentito a disagio nella “vecchia Chiesa”, quella dei Santi e dei Martiri…insomma anche la viltà, il leccaculismo e il silenzio portano al Nazismo…ovvero al Socialismo Nazionale (e massonico) quella dittatura sanitaria e infame che abbiamo noi, oggi, in Italia.

Pucci Cipriani  

Photo Title Buy
La memoria negata....image La memoria negata. Appunti per una storia della tradizione cattolica in Italia Vai ad Amazon
1968 (Collana Storica...image 1968 (Collana Storica Vol. 11) Vai ad Amazon
Dal natìo borgo...image Dal natìo borgo selvaggio. Quando ancora c'era la fede e si pregava in latino Vai ad Amazon