di Matteo Cerasani 

Dunque, partendo dal presupposto che nella storia, vi sono stati sempre dei periodi alternati tra tranquillità e situazioni belliche, se parliamo di secoli antichi. Sono profondamente convinto che il periodo della storia, più splendente e vigoroso, sia stato il Medioevo. A primo impatto suppongo che in molti, ahimè, costantemente rimosso o forse lasciato nel dimenticatoio, non da tutti certamente. Se analizziamo meglio, scopriremo che anzi, non solo è un periodo storico importante, ma anzi oserei dire fondamentale.

Nota a tutti è la triste “favola“ del Medioevo buio e cupo in cui la Chiesa avrebbe ucciso, perseguitato, gli uomini erano violenti, le “terribile“ Crociate, l’Inquisizione e così via. Con il passare degli anni, finalmente incominciano ad emergere verità fondamentali. Nel “cupo “ Medioevo sono nati i primi ospedali o meglio nei monasteri benedettini, il quale accudivano e curavano i malati con cure a base di erbe, la prima medicina ufficiale dell’epoca. Il grande lavoro degli amanuensi negli scriptorium, ove trascrivevano giorno dopo giorno; storie, insegnamenti e vicende di allora. Dunque, mi sembra davvero poco dignitoso, definire il medioevo un secolo buio e di terrore, non tralasciando lo sviluppo artistico. Sarei stato felice nel Medioevo perché esisteva quella resistenza Cattolica, di fronte all’errore del mondo con le sue dottrine mondane.

Lo stato o meglio i regni con i loro legittimi sovrani che avevano la religione di stato, con le leggi che rispettavano e seguivano la Morale Cristiana. Anche se non in questo periodo storico, ma nel 900’, il noto scrittore Chesterton vissuto in Inghilterra, diceva sull’avvenire del 900’, che è una società in declino, una società che si sta autodistruggendo. Non si può dare torto ad una affermazione così veritiera, quasi profetica oserei dire, come quella di Chesterton. Tornando al Medioevo, nel quale la società odierna afferma che la Chiesa odiava e condannava. Come prima cosa credo sia importante capire questo, la Chiesa è Santa ed è Madre, e cosa fa una vera madre per proteggere i suoi figli?

Li richiama quando necessario e li difende al contempo stesso. Perciò dire che odiava ed odia chi non era e non è Cattolico mi sembra assurdo, poiché bisogna condannare l’idea errante dell’altrui persona. Vi è stato scritto e ribadito, tramite il Concilio di Trento che solo nella Fede Cattolica gli uomini possono salvarsi ed essere nella Verità.

La verità non ammette contraddizioni al contrario della menzogna che ne ammette ad enormi quantità. Il Medioevo, al contrario, è un secolo eccellente, poiché l’uomo temeva Dio, tutto era costruito secondo dei canoni, quelli tradizionali. Una società basata su una famiglia patriarcale, quelle tradizioni tramandate ne segue la testimonianza della sua bellezza. Un altro buon motivo per amare e difendere la società Medioevale? Certo, e non solo, note a tutti sono le Crociate, in cui vengono descritte come “persecuzioni“ e per “rappresaglie“ a “scopo economico”. Assolutamente no, a parte che molte Crociate erano più delle missioni in difesa dei pellegrini in Terra Santa e soprattutto per arginare le oltraggiose violente avanzate islamiche su di essa. Cercando di delineare un nesso storico del Medioevo ed il XX secolo meglio i nostri giorni in USA fanno riflettere, poiché stanno accadendo grave situazione che stanno distruggendo la nostra storia, la statua oltraggiata di San Luigi Re di Francia proprio nella città di St. Louis in USA, la ignoranza e l’indottrinamento moderno, che fanno da paraocchi ali uomini.

Questo glorioso Santo Re di Francia aiutava i poveri e le famiglie disagiate dell’epoca. Dunque mi chiedo perché “demonizzare “il Medioevo? Al contrario perché elogiano in molti purtroppo la rivoluzione francese, che è la causa di tutti mali moderni nella società? Dov’è la Verità? La risposta è nota a tutti, la Verità, storica e non, è trasparente, chiara, netta, non ha bisogno di scusanti o sotterfugi. Quindi perché odiare la nostra vera storia? Personalmente desidero chiarire il problema attuale, o meglio, la distruzione della Morale presente soprattutto nel Medioevo. Il complice di questa distruzione è il Concilio Vaticano II che ha quasi totalmente demolito 2000 anni di Fede, secoli e secoli finiti nel dimenticatoio. Vogliamo parlare della eliminazione quasi totale della nobile lingua latina nella Chiesa? Dicono i libertini che il latino è una lingua oramai morta. Non è affatto così, anzi forse sono loro ad essere “morti” nell’animo e nelle conoscenze.

Ecco perché avrei voluto vivere nel Medioevo, perché era una società che onorava Dio. Una società come quella attuale che ha rinnegato la Verità per abbracciare tutte le dottrine mondane, non credo riesca a sopravvivere al declino portato da se stessa in ogni ambito umano. La società di oggi è il risultato di secoli e secoli di magnificenza Cattolica, soprattutto il Medioevo, mentre al contrario il declino è frutto della rivoluzione contro Dio la Sua Chiesa. L’attacco sfrontato alla famiglia tradizionale, quella di sempre, quella unica e vera, è la prova palese della distruzione perpetuata oramai da anni. Concludo ribadendo i punti fondamentali del Medioevo; difesa della Fede, del proprio regno ed amore costante per la sacralità della famiglia Cristiana e la sua totale difesa. Finché l’uomo negherà queste Verità non potrà mai andare avanti in qualcosa di veramente buono per lui. Non vi è nessuna cosa più importante della “Salus animarum”. Ecco il vero Medioevo, quello integro, in ogni suo ambito, immune da ogni decadenza, in cui oggi ci troviamo a vivere. Bisogna difendere la Verità, il mondo odierno è nemico della società medievale, poiché è nemico della perfezione della unica Verità, quella Cattolica di sempre che viene da Dio.

Sent from Matthew Cerasani 

         ☩DEUS LO VULT☩

🇺🇸FIGHT FOR TRUMP🇺🇸MAGA