[ad_1]

Marco Tosatti

Stilum Curiae pubblica oggi il grido dell’anima di una persona omosessuale rivolta al Pontefice. Leggete e vedrete quanto possano essere dannose l’ambiguità e la confusione che la Chiesa sta vivendo, in un momento in cui si dice “bianco”, e si affidano il potere e le diocesi a chi fa “nero”. La testimonianza Viganò riguarda McCaarick, il Pontefice, il suo rapporto di amicizia e fiducia con il cardinale abusatole di seminaristi, ma riguarda anche la crescente omosessualizzazione della Chiesa, e la campagna che alcuni stanno portando avanti per renderla “normale”. La foto che vedete è stata salvata da un sito italiano di ricerca di partner omosessuali (sconosciuti, fino a quel momento, ovviamente). Ce ne sono altre, e questo da solo – oltre casi come quello del segretario del cardinale Coccopalmerio che faceva le sue orge a base di coca nel Palazzo del’Sant’Uffizio, basterebbe a dimostrare che fra tutte le possibili scelte, il silenzio sdegnoso ammantato di vittimismo e condito di frasi spirituali non è certamente la soluzione migliore, se si vuole che la gente, quella normale, comune, torni a credere la Chiesa credibile.

Alan è un uomo romano, cresciuto in una famiglia cattolica. Sposato abbastanza giovane e presto separato. Dopo la separazione è entrato nel mondo della vita notturna romana conoscendo anche l’ambiente gay da cui è stato attratto e coinvolto in breve tempo. Ha trasformato la sua attività commerciale in un locale gay molto discreto frequentato da persone omosessuali che non volevano pubblicizzare il loro orientamento tra cui molti uomini sposati e sacerdoti.

Dopo diversi anni le domande sulla alienazione umana legata a quello stile di vita lo ha portato ad allontanarsi da quel mondo riavvicinandosi alla comunità cattolica di cui aveva fatto parte da ragazzo. Ora, alla luce di quanto sta accadendo, scrive un suo sfogo su Facebook:

Tornerò cattolico quando la Chiesa tornerà a credere che esiste il bene e il male. Non ho buttato la mia vita dietro alle emozioni omosessuali, mie e di altri, se poi risulta che va tutto bene. Qui non si tratta di attaccare o non attaccare il papa. Qui si tratta che migliaia di omosessuali cattolici lottano tutta la vita, giorno dopo giorno, per cercare di capire che cosa farne delle proprie emozioni pur di non abbandonare la fede. C’è poco da fare battute, c’è poco da dire “silenzio, non dirò nulla”. Questa totale mancanza di misericordia verso chi ha rinunciato a seguire la via spianata dell’omosessualismo e cerca, come può, cadendo e rialzandosi mille volte, con fatica vera, di stare nel perimetro della Grazia, ci sta mettendo a dura prova. Chi difende il silenzio del papa in questo momento storico, favorevole a una presa di posizione puntuale, chiara e netta sull’omosessualità, sappia che sta insultando la vita di tanti omosessuali cattolici che in questo momento si sentono completamente smarriti e feriti. Non basta: è tempo che la Chiesa formuli delle proposte di pastorale per gli omosessuali capaci di dare risposte concrete, realistiche e “cattoliche” affinché chi prova queste emozioni possa non più nascondersi ma sentirsi parte integrante del popolo di Dio alla luce del sole.

Spero che qualcuno dei numerosi press-men che gravitano intorno al Pontefice gli faccia leggere queste poche righe.








Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.




LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo.



UNO STILUM NELLA CARNE. 2017: DIARIO IMPIETOSO DI UNA CHIESA IN USCITA (E CADUTA) LIBERA

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

Padre Pío contra Satanás

[ad_2]

Fonte: Marco Tosatti – Stilum Curiae