[ad_1]

Marco Tosatti

Cari Stilumcuriali, Pezzo Grosso sta rientrando lentamente dalle sue lunghe vacanze, e subito si è trovato immerso nel ViganòGate. Lo ringraziamo per il contributo, e per averci fatto scoprire che agli occhi di qualche pezzo della BergoglioJugend quelli che insistono perché il Pontefice regnante risponda: – Quando ha saputo chi era McCarrick – usano una tecnica simile a quella che ha permesso di condannare Al Capone. E scopriamo anche di essere i terminali di una rete capital-conservator-tradizionalista. Il che ci farebbe piacere, se portasse qualche dollaro a Stilum Curiae; come ad altri pensano la Cei, lo Stato italiano, l’8 per mille, e i Cavalieri di Colombo, moyennant la Segreteria di Stato. Insomma, i capata-conservator-tradizionalisti sono avvertiti. Forniamo volentieri l’IBAN. E in attesa, buona lettura. 

“Caro dottor Tosatti, ho letto (sul blog Oltre il Giardino di Sabino Paciolla, 12 settembre) che il filosofo prof. Massimo Borghesi, in un articolo sul Foglio, riferendosi al documento di mons. Viganò sugli scandali sessuali nella chiesa, accusa lei Tosatti, Magister, Valli, la NBQ ed altri, di esser i terminali di una onda conservatrice-tradizionalista che proviene dagli USA, dove la chiesa negli ultimi 40anni non si era accorta di nulla riferito agli scandali sessuali ed ora, all’improvviso, si sveglia e responsabilizza il povero Papa Bergoglio (che anche il prof. Gandolfini è certo che sta soffrendo per le stesse ragioni …) cercando di delegittimarlo (magari supportati da biechi capitalisti che non gli hanno perdonato l’affermazione, in Evangelii Gaudium, che questa economia uccide). Questo tentativo di delegittimazione avverrebbe poiché questi ambienti conservator-tradizionalisti non lo amano per più ragioni, ma soprattutto per il suo modello (rivoluzionario) di missione che non condividono. Da un altro palco ben più prestigioso, il bravo e leale Mons. Georg Ganswein (segretario particolare di Benedetto XVI e prefetto della Casa Pontificia), presentando a Montecitorio il libro “Opzione Benedetto “ dello scrittore americano Rod Dreher, lascia intendere (forse anche interpretando il pensiero del Papa emerito), che detti scandali sessuali sono un cancro nella Chiesa, peggio di un 11 settembre, conseguenti alla crisi di fede e dei valori cattolici (che Benedetto XVI cercò eroicamente, ma invano, di affrontare e risolvere nelle cause), e pertanto lascia intendere l’esortazione, ai laici soprattutto, che è ora di parlare, altro che fare silenzio.(Ripetendo peraltro quello che continuava a ripetere il compianto Card. Caffarra).

Ma il “suggerimento” che si potrebbe trarre dalle difese-accuse del prof. Borghesi, potrebbe esser interpretato in modo diverso.In pratica Borghesi lascia intendere che qualcuno (in USA) sta cercando di delegittimare Papa Francesco con la scusa degli scandali sessuali, ma per delegittimare in realtà il suo Magistero “rivoluzionario”. Sa caro Tosatti ciò che mi ha suggerito questa riflessione del prof. Borghesi é: la storia di Al Capone. Come tutti ricordiamo non si riuscì mai a condannare il famoso capomafia italo americano grazie ai suoi bravi avvocati, bravi giornalisti, bravi testimoni pronti a dire il falso e grazie agli interessi economici intorno a lui che gli dovevano molto e pretendevano ancora molto, cosicché ne proteggevano le attività malavitose. Fu indagando Al Capone su fatti minori, trascurabili, ma importanti per la legge americana, i reati fiscali, che si riusci a farlo condannare, non dimostrando che era un capomafia criminale. Inconsapevolmente il prof. Borghesi, e nell’intento di difendere papa Francesco, lascia immaginare che chi gli si oppone, in disaccordo con il suo magistero, abbia colto o provocato lo scandalo sessuale perché strumento più facilmente utilizzabile per delegittimarlo. Interessante. Non ci avremmo mai pensato se Borghesi non ce lo avesse suggerito…”.







Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.




LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo.



UNO STILUM NELLA CARNE. 2017: DIARIO IMPIETOSO DI UNA CHIESA IN USCITA (E CADUTA) LIBERA

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

Padre Pío contra Satanás

[ad_2]

Fonte: Marco Tosatti – Stilum Curiae