IL VERO VOLTO DI DON MILANI A CINQUANTANNI DAL SESSANTOTTO

Diamo la possibilità a tutti gli amici e ai lettori di www.soldatidelre.it di scaricare o leggere attentamente questo esaustivo saggio di Pier Luigi Tossani che l'Autore pubblicò per la venuta del Papa a Barbiana...invitando il Pontefice a non recarsi nei luoghi di don Milani.... Da questo libro esce un profilo del prete rosso assai differente dal "santino" che di lui hanno fatto i suoi apologeti cattocomunisti.

SI STA PREPARANDO IL GAY PRIDE CATTOLICO

"Stiamo vivendo e sperimentando - scrivono i 48 seminaristi honduregni - un tempo di tensione nella nostra casa a causa di situazioni gravemente immorali, soprattutto di omosessualità attiva all'interno del seminario". Sembra che la tattica vaticana, inaugurata da Bergoglio, ovvero il "silenzio", porti a disastrose conseguenze...mentre si cerca di coprire da una parte si scopre dall'altra, insomma, proprio come un "piccante" adagio recita nei confronti delle "monache di Prato che si scoprono il c..o per coprirsi il capo".

Viganò smentisce il vaticano sul caso Kim Davis. il Papa sapeva...

Nella campagna di denigrazione della persona dell’ex Nunzio negli Stati Uniti Viganò i giornalisti vicini ideologicamente, fisicamente e finanziariamente al Pontefice regnante hanno cercato e cercano di spargere dubbi e insinuazioni sul suo operato. Uno dei casi utilizzati è stato quello di Kim Davis, la donna americana messa in prigione per non aver voluto – per ragioni di coscienza – firmare l’atto di matrimonio fra due omosessuali. Il Pontefice la incontrò nel suo viaggio negli Stati Uniti, e ne nacque una polemica. Ora monsignor Viganò fornisce a LifeSiteNews un documento scritto , corredato da un memorandum preparato allora per il Pontefice e i responsabili della Segreteria di Stato, in cui racconta come si è svolta la storia di Kim Davis, e smentisce (anche con un documento dell’epoca…) che il Pontefice e il Vaticano non fossero stati informati.

La WATERLOO del Papa Argentino

L'altro giorno rimasi stupito alla lettura di un articolo, rivolto a Bergoglio, dell'Washington Post che, con chiarezza, invitava il Papa alle dimissioni : "E con il 'mea non culpa' del lunedì tutti sono da biasimare di Papa Francesco, anche il suo nome è in gioco. E la Chiesa starebbe meglio con due papi in pensione e un uomo nuovo ad appoggiare i riformatori non a sopprimerli"

La dittatura delle parole vuote

di Serafino M. LanzettaIn un mondo in cui le persone vogliono disfarsi di Dio, con la conseguenza di un significativo oblio della ragione umana,...

Saluto del Direttore di Soldati del Re

Inizio dunque, come Direttore del Sito "Soldati del Re", con al fianco, in qualità di "Condirettore", Ascanio Ruschi, questa nuova impresa facendo mie le parole, con cui l'amico Tito Casini, nel febbraio del 1967, spiegava, nella premessa a "La Tunica Stracciata", il perché del "bonum certamen" in difesa della S. Messa cattolica e della Tradizione "vita e giovinezza della Chiesa" :

Soldati del Re

Soldati del Re, nome tratto dall'omonimo capolavoro di Carlo Alianello insieme al quale si condivide di perfetta concordia lo spirito e la fiamma che lo animano e...