LIBRO DI ANTONIO SOCCI : “IL SEGRETO DI BENEDETTO XVI” PERCHE’...

Cari amici vi informiamo che la presentazione del libro di Antonio Socci "Il Segreto di Benedetto XVI - perché è ancora Papa" programmata per sabato 16 febbraio 2019 presso...

NERI CAPPONI UN ESEMPIO DI FEDELTA’ ALLA DOTTRINA E ALLA FEDE...

  Il Direttore, il Condirettore con i collaboratori di "Soldati del Re" e gli amici della Comunione Tradizionale annunziano con dolore la scomparsa del Conte...

ECCO LA COMUNITA’ DEI SEGUACI DI DON MILANI : GLI ORCHI...

CLICCA SU OGNI VIDEO PER VEDERE GLI ORRORI DEL FORTETO https://www.youtube.com/watch?v=yjnc99F4V70 https://www.youtube.com/watch?v=QibK61O0BhI https://www.youtube.com/watch?v=u_gDn3rw7Uk

FIRENZE 28 NOVEMBRE PRESENTAZIONE DEL LIBRO : CAMBIO DI PARADIGMA...

Le espressioni “cambio di paradigma” e “rivoluzione culturale”, con cui si vuole auto-definire il pontificato di Francesco, indicano l’idea di una radicale trasformazione.

PUBBLICA RIPARAZIONE PER L’ORRENDO SACRILEGIO DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE (CENTRODESTRA) DI MASSA

Quello che sta succedendo a Massa ha dell'incredibile. L'Amministrazione Comunale (le sinistre sono state sonoramente battute a queste elezioni) di destra con l'Assessore Leghista,...

La storia degli abusi del Forteto e dei cattivi scolari di...

Molti elementi, alcuni incredibili, rendono unica la storia degli abusi consumati per decenni nella comunità e cooperativa agricola del Forteto di Vicchio, nel Mugello. Luogo che dal 1977 accoglie bambini e adulti in difficoltà e che si è rivelato una sorta di inferno dei vivi, come ora risulta anche dalla relazione – votata all’unanimità nello scorso gennaio – della commissione d’inchiesta istituita dalla Regione Toscana, oltre che dal nuovo processo tuttora in corso a carico del suo responsabile, il settantunenne Rodolfo Fiesoli, di Prato (in carcere dal 2011) e di ventidue suoi collaboratori.

SABATO 2 MARZIO A BORGO SAN LORENZO PRIMO INCONTRO DELLA TRADIZIONE...

Visto l'indottrinamento - un vero e proprio lavaggio del cervello - fatto in Toscana agli studenti nelle scuole superiori (ma anche in quelle medie...

IL FORTETO, CATASTROFE DEL CATTOCOMUNISMO FIORENTINO OVVERO COME IL DONMILANISMO-MEUCCISMO PARTORÌ...

Per leggere o scaricare la raccolta di articoli del "Covile" su "Il Forteto catastrofe del cattocomunismo fiorentino ovvero come il Donmilanismo - Meuccismo partorì...

Le meraviglie della Madonna del Carmine a Napoli raccontate da Pucci...

Napoli, 16 luglio 2018. Ci incamminiamo, nella mattinata, verso l’antica piazza del Mercato dove, nel 1268 offriva il collo al carnefice dell’usurpatore angioino il...

LA MALEDIZIONE DI DON MILANI (di Roberto Dal Bosco)

Sono giorni in cui il Male emerge in maniera piuttosto visibile. Si sapeva che prima o poi doveva arrivare, solo non era immaginabile irrompesse in...

Articoli Recenti

Nuove tendenze clerical chic (di Filippo Bianchi)

L'antichissimo saio ruvido di san Francesco indossato dai Frati Francescani dell'Immacolata, simbolo di penitenza e castità, è stato considerato démodé.

I Buonomini di San Martino

Tra le strette viuzze della Firenze medioevale, a ridosso di Piazza della Signoria e a due passi da Piazza del Duomo, si apre la piccola piazza di San Martino, un tempo assai frequentata per esservi posta una sede del Tribunale di Firenze ed ora sconosciuta ai più per essere fuori dai flussi turistici. La piazzetta, di dimensioni ridotte, prende il nome di San Martino per la presenza dell’Oratorio della Congregazione dei Procuratori dei Poveri Vergognosi, comunemente e più conosciuta come Congregazione dei Buonomini di San Martino. Si tratta di un’antichissima congregazione laica, ma a forte spiritualità cattolica, che per le sue particolari caratteristiche operative e strutturali, rappresenta davvero un unicum nel mondo cristiano e che ancora oggi, dopo oltre cinque secoli e mezzo, non ha smesso di operare, con discrezione e riserbo, come la regola di sant’Antonino, tuttora vigente, impone.

«Io non dirò una parola su questo»

«Io non dirò una parola su questo». Con questa frase, pronunciata il 26 agosto 2018 nel volo di ritorno Dublino-Roma, papa Francesco ha reagito...

IL BABA’, MONETA NAPOLETANA

È passata inosservata la proposta spassosa ma intrigante del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, di battere moneta locale. L’idea, è inutile dirlo, suscita a prima vista divertimento e brioso cazzeggio napoletano

McCain:”E’ stato il funerale dell’odio satanico”

“E’ l’odio che ha presieduto alle esequie del senatore John McCain, e forse più dell’odio”: sto citando Philippe Grasset, perché torna su quella cerimonia spaventosa che ha riunito l’intero Establishment americano (ed anche europeo), cogliendone il diapason che, sia per autocensura sia per assuefazione, non abbiamo colto: il “tono” satanico.
NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!